Comune di Colle di Val d'Elsa: Progetto sperimentale “arte>pubblica” spray art su spazi pubblici

Martedì, 27 Giugno 2017

Progetto sperimentale “arte>pubblica” spray art su spazi pubblici

art_spray
LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE “ARTE>PUBBLICA” SPRAY ART SU SPAZI PUBBLICI

ART.1 - OGGETTO, SOGGETTI E LUOGHI
1. Sono oggetto delle presenti Linee Guida la realizzazione di disegni, murales,scritte, di qualunque genere e con qualunque tecnica grafica ottenute, in ognicaso solo a livello pittorico, su muri e su qualunque altro spazio comunque visibiledi proprietà pubblica.
2. La realizzazione delle decorazioni pittoriche sopra specificate, in seguito definite"murales", è permessa:
a) sugli spazi espressamente destinati a questo tipo di manifestazioneartistica, individuati con apposita deliberazione di approvazione da partedella giunta comunale e meglio descritti nell’all.1;
b) ai soggetti in possesso dell’autorizzazione di cui al successivo art. 3.
3. Le presenti linee definiscono il rapporto con il soggetto autorizzato limitatamenteagli spazi di cui all’articolo 2; ogni altro intervento su superfici non autorizzateresterà disciplinato dalle norme vigenti.

ART. 2 – SPAZI
1. l’Amministrazione Comunale individua, in via sperimentale, degli spazi i qualipotranno essere utilizzati come esercizio dell’attività di writing, senza obbligo direalizzare un’opera predefinita, fermo restando l’obbligo di presentare richiesta aisensi dell’art. 3 nonché di rispettare le disposizioni di cui all’art. 4
2. gli spazi sono usufruibili liberamente da tutti coloro che ne hanno fatto domanda eche hanno ottenuto l’autorizzazione.
3. Gli utilizzatori dovranno riverniciare di bianco il muro coprendo le opere precedentiprima di lavorare alla propria opera pittorica.

ART. 3- DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE-MODALITA’ E TERMINI DIPRESENTAZIONE
1. coloro che, singolarmente o riuniti in gruppi, ovvero associazioni e scuole, chehanno interesse a praticare l’arte dei "murales" devono presentare domandaredatta in carta semplice firmata (o con firma di un genitore o di chi esercita lapodestà genitoriale nel caso il candidato sia minorenne) e una fotocopia di undocumento d’identità valido all’amministrazione comunale.
2. la domanda deve essere presentata almeno 7 giorni prima della realizzazione delmurale.
3. La domanda deve contenere:
  • I dati anagrafici del singolo esecutore o, nel caso di gruppo, di tutti i suoicomponenti, con indicazione, in caso di minore età, di almeno uno dei genitorio di chi esercita la podestà genitoriale;
  • Dichiarazione, completa di dati anagrafici e debita sottoscrizione, con la qualeil richiedente si assume tutte le responsabilità per eventuali danni a cose opersone derivanti dall’esecuzione del "murales".
  • Nel caso di minorenni o gruppi formati da minorenni la dichiarazione di cui alla precedente lettera b) deve essere sottoscritta da almeno uno dei genitori o dachi esercita la podestà genitoriale;
  • L’impegno a rispettare le prescrizioni di cui al successivo articolo 
  • il muro prescelto fra l'elenco deliberato dalla giunta comunale.
4. L’Amministrazione tramite l'ufficio cultura rilascerà al richiedente un’autorizzazione, da esibire in casi di controllo da parte delle Autorità di Pubblica Sicurezza.
5. L’amministrazione comunale assegna le superfici murarie in base all’ordine diarrivo delle richieste dei giovani.

ART. 4 – MODALITA’ DI REALIZZAZIONE DELL’OPERA
1. L’opera non deve contenere:
  • Disegni o scritte che possano risultare in contrasto con le norme sull’ordinepubblico o offensive del pubblico pudore, della morale o della persona;
  • Messaggi pubblicitari espliciti o impliciti;
  • Contenuti intolleranti e/o offensivi nei confronti delle religioni ed etnie
  • contenuti intolleranti o offensivi nei confronti del genere e dell'orientamentosessuale.
2. Saranno ammesse esclusivamente opere originali e non coperte da dirittod’autore.
3. Gli esecutori dei "murales" devono operare in modo da non provocare nessun tipodi danno alle cose pubbliche e private, da non costituire ostacolo, fastidio opericolo alla circolazione pedonale e veicolare, pena la revoca dell’autorizzazionee il ripristino di ciò che è danneggiato.
4. Nel caso si renda necessaria l’occupazione di suolo pubblico con attrezzaturedevono essere rispettate le norme vigenti in materia.
5. Il soggetto autorizzato è gestore della superficie e si occuperà dei ritocchi dellasua opera, per quanto possibile, ove questa si degradi o sia deteriorata.
6. L’amministrazione comunale può richiedere agli esecutori la sospensione e lacancellazione anche parziale, a spese dell’esecutore, di opere in contrasto conquanto stabilito dal presente articolo.
7. Per le opere realizzate o da realizzare, nulla può essere preteso, né dai soggettiesecutori né da coloro che mettono a disposizione gli spazi.

ART. 5 - VALIDITA’ TEMPORALE DELL’AUTORIZZAZIONE
1. L’autorizzazione per la realizzazione dell’opera ha validità di un mese, adecorrere dal giorno del rilascio e solo per le persone in essa indicate e per lospazio assegnato. Nell’arco del mese l’opera deve essere realizzata.
2. I soggetti titolari dell’autorizzazione non possono cederla ad altri.
3. Ogni volta che è realizzato un murales, l’autore ha l’obbligo di datarlo, firmarlo escattare una fotografia dell’opera, che successivamente andrà consegnataall’Amministrazione Comunale, la quale provvederà a formare un archivio delleopere realizzate.

ART. 6 - DURATA DEI MURALES
1. Gli spazi rimangono occupati dai "murales" per sei mesi a partire dalla data in cuiscade l’autorizzazione. Da quel momento in poi tali spazi tornano ad esseredisponibili.
2. L’amministrazione comunale dispone la cancellazione di quelle opereautorizzate, ma ormai fatiscenti o che siano state oggetto di pesanti vandalismi.

ART.7 – RESPONSABILITA’
1. Il Comune è sollevato da qualsiasi responsabilità derivante da danni a cose e apersone che potrebbero verificarsi durante l’esecuzione di quanto consentito dalpresente Regolamento.
2. Tali responsabilità sono a completo carico dei soggetti in possessodell’autorizzazione di cui all’art. 3, i quali dovranno comunque agire nel rispetto ditutte le norme di sicurezza vigenti in materia e delle prescrizioni che sarannoeventualmente impartite dagli uffici competenti del Comune

ART. 8 – VIGILANZA E DISPOSIZIONI FINALI
1. Il controllo del rispetto delle presenti linee guida è attribuito al personale divigilanza del locale Comando di Polizia Municipale.

In Evidenza