Comune di Colle di Val d'Elsa: Dal 6 al 26 luglio tornano “Le notti dell’archeologia”

Martedì, 27 Giugno 2017

Dal 6 al 26 luglio tornano “Le notti dell’archeologia”

stemma_mini

Comunicato stampa n.115 del 28 giugno 2014

Iniziative promosse nell’ambito della manifestazione regionale per valorizzare il patrimonio archeologico e la storia locali
Dal 6 al 26 luglio tornano “Le notti dell’archeologia” 

Da domenica 6 a sabato 26 luglio si rinnova anche a Colle di Val d’Elsa l’appuntamento con “Le notti dell’archeologia”, il cartellone di iniziative promosso per tutto il mese di luglio dalla Regione Toscana e dall’Amat, Associazione musei archeologici toscani, in collaborazione con la Soprintendenza per i beni archeologici della Toscana, per valorizzare il patrimonio archeologico regionale con aperture straordinarie, visite guidate nei musei, itinerari alla scoperta di nuove aree archeologiche, presentazione di ricerche, incontri con studiosi e laboratori didattici per i bambini. In provincia di Siena, l’iniziativa conta anche quest'anno sul supporto della Fondazione Musei Senesi, mentre nella città del cristallo sarà promosso con la consueta collaborazione del Gruppo archeologico colligiano.

“Le notti dell’archeologia” colligiane inizieranno domenica 6 luglio, alle ore 18, nel giardino del Museo archeologico “Ranuccio Bianchi Bandinelli”, in Piazza Duomo, con “Memorie dell’antifascismo”. L’iniziativa è promossa in collaborazione con la sezione Anpi di Colle di Val d’Elsa e la Società storica della Valdelsa nell’ambito del 70esimo anniversario della liberazione della città di Colle di Val d’Elsa, avvenuta il 7 luglio 1944. La serata vedrà anche l’intervento di Oretta Muzzi, della Società storica della Valdelsa, sul valore della memoria, seguito dalla presentazione dell’ultimo libro di Vittorio Meoni, “Ora e sempre resistenza”, in compagnia dell’antropologo Pietro Clemente. La serata continuerà con la consegna del riconoscimento “Città di Colle” ai partigiani colligiani che hanno contribuito alla Liberazione dal nazifascismo in Italia e all’estero. Inoltre, sarà possibile visitare la mostra bibliografica dedicata ai temi dell’antifascismo e della Resistenza, curata dalla biblioteca comunale “Marcello Braccagni”, il Museo archeologico e le Stanze della Memoria “Gracco del Secco”, spazi al piano terreno del museo, un tempo Palazzo Pretorio, adibiti a carceri per detenuti politici fra il primo dopoguerra e l’inizio del Ventennio fascista e recentemente valorizzati come luoghi di documentazione storica dell’epoca grazie ai segni e ai graffiti lasciati in quegli anni sui muri. 

Il secondo appuntamento con “Le notti dell'archeologia” è in programma venerdì 11 luglio, alle ore 21, nel giardino del Museo archeologico con “Girografando la Nubia”. La serata, promossa con la collaborazione dell’associazione “Girografando il mondo”, proporrà la proiezione di foto scattate durante un viaggio in Nubia - regione che comprende l'Egitto meridionale e la parte settentrionale del Sudan - catturandone, in particolare, la ricchezza del patrimonio archeologico. 

Sabato 12 luglio, a partire dalle ore 21, sarà possibile visitare il museo archeologico colligiano accompagnati dai volontari del Gruppo archeologico colligiano nell’iniziativa, con ingresso libero, intitolata “Di notte al Museo archeologico di Colle”. Domenica 13 luglio, alle ore 8, partirà invece il trekking “A spasso nel tempo. Dalla Francigena agli Etruschi”, con un percorso che si snoderà nella campagna colligiana da Belvedere fino alla necropoli etrusca di Dometaia. Sabato 19 luglio, alle ore 21.30, “Le notti dell’archeologia” vedranno protagonista il libro di Annica Gelli sulla storia degli edifici colligiani alimentati ad acqua, intitolato “Da Le Vene a Le Ruote. Edifici andanti ad acqua sulle Gore di Colle di Val d’Elsa”. L’ultimo appuntamento è in programma sabato 26 luglio, alle ore 21.30, con “Illuminiamo la storia”, che vedrà l’inaugurazione dell’impianto di illuminazione della necropoli etrusca di Dometaia, recuperata alcuni anni fa. 

Per informazioni sul programma colligiano, è possibile contattare il Museo archeologico “Ranuccio Bianchi Bandinelli” al numero 0577-922954 oppure inviare un’e-mail all’indirizzo musarcolle@gmail.com. Per conoscere tutti gli altri appuntamenti toscani de “Le Notti dell’Archeologia”, è possibile consultare la sezione dedicata all’iniziativa sul sito www.regione.toscana.it oppure chiamare il numero verde 800.860.070.

In Evidenza