Comune di Colle di Val d'Elsa: Macellazione a domicilio dei suini per uso familiare

Lunedì, 22 Maggio 2017

Macellazione a domicilio dei suini per uso familiare

ORDINANZA N. 147 DEL 25/11/2016
SETTORE Gestione Territorio e Servizi Tecnici

OGGETTO: MACELLAZIONE A DOMICILIO DEI SUINI PER USO FAMILIARE -CAMPAGNA INVERNALE 2016-2017

Visti gli art.1 e 13 del R.D. n. 3298 del 20/12/1928 che dettano norme generali per la macellazione domiciliare per il consumo privato delle carni da parte dei cittadini,
Viste le Circolari Ministeriali 43/51, 95/50 e 87/52 ACIS

Visto il Regolamento CE 1099/2009 relativo alla protezione degli animali durante l'abbattimento,
Vista la DGRT n. 745/09 “linee di indirizzo relative all'attività di macellazione di animali effettuata per il consumo domestico privato delle carni”
Visto il Regolamento CE 852/04 che stabilisce norme generali in materia di igiene dei prodotti alimentari
Visti i Regolamenti CE 1069/09 e 142/11 recanti norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale
Su conforme parere dell’U.O. Igiene degli Alimenti di Origine Animale dell’ASL 7 di Siena come da nota pervenuta al prot. n. 23122 del 23/11/16

AUTORIZZA

la macellazione dei suini ad esclusivo uso domestico privato, presso il domicilio dell'allevatore o del privato cittadino nel periodo 01/12/2016 al 28/02/2017 con i seguentilimiti e modalità:

1. l'interessato deve effettuare una prenotazione della visita ispettiva, almeno con due giorni di anticipo presso gli uffici della SPV delle zone Valdichiana, Amiata Vald’Orcia, Senese e Alta Val d’Elsa, negli orari indicati nell’allegato 1 alla presente, e contestualmente richiedere il nulla-osta ad effettuare la macellazione impegnandosi a rispettare le disposizioni in esso contenute (allegato 2).
2. Non possono essere macellati più di 5 (cinque) suini grassi o 20 (venti) lattoni (1UGB) per nucleo familiare per anno.
3. I suini possono essere macellati presso il domicilio o presso l'allevamento ove questi capi vengono acquistati dal privato cittadino per il consumo del proprio nucleo familiare, purché sussistano condizioni igienico-sanitarie sufficienti.
4. Gli allevatori interessati possono macellare presso il proprio allevamento suini venduti per il consumo privato delle carni , con un tetto massimo di 10 (dieci) suinigrassi o 40 (quaranta) lattoni (2 UGB) per anno, segnalandone la destinazione nel registro di carico-scarico aziendale con le modalità previste per la normale movimentazione degli animali.
5. Le visite ispettive dei visceri saranno effettuate nei giorni, luoghi e orari indicatinell'allegato 3 alla presente ordinanza.
6. Qualora il proprietario noti segni di malattia nell'animale deve richiedere la visita preventiva alla macellazione. Nel caso poi rilevi nella carcassa o sui visceri anomalie, deve segnalare tale fatto al servizio veterinario e tenere a disposizione l'intera carcassa per la visita post mortem.

Colle di Val d'Elsa, 25/11/2016

IL SINDACO
CANOCCHI PAOLO



In Evidenza